L’ovvio mente, ovviamente

ovvio-che-no.resized“Esiste un concetto fondamentale in antropologia culturale mai abbastanza considerato: il concetto di “ovvio“.

Ovvio è tutto ciò che diamo per scontato, per cui a causa di tale immediata accettazione, ci risulta completamente invisibile, ovvero cade al di là della nostra consapevolezza.

Ovvio è dunque ciò a cui diamo il nostro incondizionato consenso, senza che ce ne rendiamo conto e senza che ci sia stata alcuna elaborazione critica della coscienza. Vien da sè che di fronte all’ovvio siamo del tutto ciechi. Quindi, qual’è la cosa più nascosta al mondo? Quella che abbiamo sotto gli occhi.

La constatazione successiva di tale emblematico fenomeno è la seguente: alla base dell’ovvio agisce, puntualmente e con una regolarità sistematica, una qualche forma di potere autoritario, che pone in essere l’ovvio e lo sostiene.”

Tratto da “400 anni di inganni”. Recensione di Leopoldo Antinozzi

… perciò … Abbiate Dubbio!

Questa voce è stata pubblicata in Controllo Globale, Educazione, Etica, Evoluzione, Filosofia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Please insert the signs in the image: