La disobbedienza civile, un dovere sacro quando…

La disobbedienza civile diviene un dovere sacro quando lo Stato diviene dispotico o, il che e’ la stessa cosa, corrotto.
E un cittadino che scende a patti con un simile Stato e’ partecipe della sua corruzione e del suo dispotismo.
E’ possibile domandarsi se e’ corretto ricorrere alla disobbedienza civile rispetto a questa o quella disposizione o a questa o quella legge; e’ lecito raccomandare ponderazione e prudenza. Ma il diritto in se’ non puo’ essere messo in discussione.
E’ un diritto naturale a cui non si puo’ rinunciare senza rinunciare al rispetto di se stessi.

Da M.K. Gandhi ai lettori di “Young India”, 1922.

Tratto da “Sulla violenza”, Linea d’ ombra edizioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Please insert the signs in the image: